CIMICE DEI LETTI

La cimice dei letti è una specie di insetto ectoparassita ematofago obbligato dell’uomo e di altri animali a sangue caldo.
A partire dagli anni ’90 del XX secolo la cimice dei letti è ricomparsa in molti Paesi e intorno agli 2000 si è nuovamente diffusa in America, in Europa, Australia, Africa e Asia. Sembra che a favorirne la ricomparsa siano state varie concause, come l’introduzione del riscaldamento centralizzato negli edifici, la globalizzazione, l’aumento dei viaggi nel mondo, e non ultimo una resistenza biologica che questo insetto ha sviluppato nei confronti di varie categorie di biocidi (piretroidi, carbammati,
organofosforici, ecc). La sua attività ematofaga determina nell’uomo l’insorgenza di lesioni altamente pruriginose causate da una reazione iperimmune nei confronti di alcune sostanze contenute nella saliva di questo insetto e secrete durante il pasto di sangue. Causa la complessità per la disinfestazione della cimice dei letti, questa deve essere seguita da personale tecnico formato che ne conosca approfonditamente il loro comportamento ed il loro ciclo. Gli esemplari della foto erano presenti in una struttura in provincia di Firenze.